Linea Risanarapid

Sistema risanante per intonaco a basso spessore

ABITAZIONI SANE E CONFORTEVOLI

L'acqua rappresenta la risorsa fondamentale per la vita tuttavia in alcuni casi può trasformarsi in un serio problema per le nostre abitazioni e per tutte quelle strutture non adeguatamente protette da questo elemento.

L'acqua che intacca le nostre murature può avere diverse origini come ad esempio la presenza di falda freatica molto alta, le acque meteoriche, ristagni dovuti ad errori di costruzione, condense in prossimità di aiuole, giardini, prati o addirittura, come a Venezia, il contatto continuo tra questo elemento e le fondamenta della città.

L'umidità di risalita è rilevabile visivamente dalla presenza di un bordo bianco costituito dalle efflorescenze (cristallizzazione di sali sulla superficie), che forma una traccia ondulata ad una certa altezza di materiale cristallino o polveroso.

Tra i metodi più utilizzati e sicuramente più diffusi per risolvere questo tipo di problematica c'è l'utilizzo di intonaci "speciali", ossia premiscelati cementizi che grazie a specifiche additivazioni effettuate in fase di produzione forniscono al materiale la capacità di ridurre o eliminare nel tempo gli sgradevoli effetti dovuti all'umidità delle murature.

I materiali edili per loro natura minerale sono igroscopici: assorbono grandi quantità di acqua, nella forma liquida o di vapore, attraverso la loro struttura capillare. L'azione di questo assorbimento può modificare ed in casi estremi deteriorare seriamente le proprietà dei materiali.

La presenza di acqua nelle murature infatti riduce notevolmente l'isolamento termico della costruzione e può provocare gravi danni dovuti agli effetti del gelo e disgelo. Il fenomeno può avere dimensioni così rilevanti che nelle murature di vecchi edifici si può riscontrare un contenuto di acqua pari o superiore al 30% del loro peso.

Eurobeton ha messo a punto delle soluzioni che risolvono in modo veloce e duraturo questo tipo di problemi, siano essi di modesta entità (come piccole efflorescenze alla base della muratura) oppure di dimensioni maggiori (intonaci in fase di sgretolamento e delaminazione).

 

I DANNI IMMEDIATI CHE NE CONSEGUONO:

  • Perdita dell'isolamento termico e conseguente dispendio di energia per riscaldare/ raffrescare gli ambienti;
  • Formazione di efflorescenze che provocano il distacco delle pitture e delle malte;
  • Formazione di muffe che minacciano la salubrità degli ambienti;
  • Degrado e indebolimento della struttura.

 

In presenza di terreni umidi, giardini o in prossimità di falde acquifere, l’acqua penetra nella muratura e risale verso l’alto nelle pareti. L’elevata porosità che caratterizza malte, intonaci, mattoni, laterizi, supporti cementizi in genere e la tensione superficiale dell’acqua ne facilitano la risalita anche fino a fino a 2 metri dal terreno.

Questo tipo di umidità, inoltre, è particolarmente dannoso in caso di presenza di sali solubili che provengono dal terreno e dall’acqua o sono contenuti nella stessa muratura, derivando dai materiali con cui le pareti sono state realizzate.

Quando l’acqua, risalendo, raggiunge la superficie esterna delle murature, evapora depositando i sali sull’intonaco. La presenza dei sali all’interno delle murature e dell’intonaco può portare ad una serie di problematiche e alla degradazione della superficie murale.